LABORATORIO DI STORIA, ARCHEOLOGIA E TOPOGRAFIA DEL MONDO ANTICO

 

 

PROGETTO JARIDA

ALTRE RICERCHE
E COLLABORAZIONI

 

 

 

 

 

Nell'ambito del progetto Carta Archeologica Entella, un'applicazione specifica Ŕ costituita dallo studio di una particolare fonte di archivio, la ‘Jarida di Monreale’, un documento del 1182 che descrive i confini delle terre donate dal re Guglielmo II d'Altavilla all'abbazia benedettina di S. Maria La Nuova di Monreale. Si tratta di una donazione cospicua, comprendente un territorio esteso per circa 1200 Kmq nella Sicilia occidentale e principalmente nell'attuale provincia di Palermo. Il registro contiene, per l'area che ci interessa, la descrizione dei confini del distretto di Battellaro, corrispondente a buona parte del Comune di Contessa Entellina, e dei limitrofi territori di Corleone e Calatrasi: esso fornisce numerosissimi dati relativi al paesaggio, sia naturale (toponimi relativi alla geomorfologia del rilievo, ai corsi d'acqua, alla vegetazione) che antropizzato (toponimi relativi all'insediamento, alla viabilitÓ, alle colture, alle divisioni amministrative, antroponimi). L'analisi del documento, integrata con lo studio di tutte le altre fonti disponibili (bibliografiche, archivistiche, cartografiche, toponomastiche, catastali, aerofotografiche), e naturalmente con la verifica sul terreno mediante ricognizione, ha permesso di localizzare la quasi totalitÓ dei toponimi e di ricostruire con buona approssimazione la linea del confine; il complesso dei dati acquisiti consentirÓ inoltre, mediante l'approfondimento di aspetti diversi (filologici, linguistici, toponomastici, storici, numismatici, topografici, archeologici, monumentali) di giungere ad una pi¨ completa e approfondita conoscenza del territorio, finalizzata anche alla sua tutela e valorizzazione